• en

Palio Di Valfabbrica – Giostra D’Italia

19956602_10155761032139396_3451008174144756365_o-1

Il Palio di Valfabbrica-Giostra d’Italia giunge alla sua 43 esima edizione con tante iniziative e sfide.
Nato nel 1975 grazie all’iniziativa di alcuni paesani che, attraverso studi , organizzarono cortei storici.
Nel corso degli anni, la manifestazione ha mutato il proprio aspetto e la propria organizzazione fino a diventare una festa completa e di un fascino unico.
I rioni sono tre e corrispondono a tre zone precise del paese:

RIONE OSTERIA, con lo stemma di un Aquila, colori rosso e nero, rappresenta la zona rurale per la sosta de viandanti

RIONE PEDICINO: con lo stemma di una Torre, colori bianco e rosso, rappresenta la zona del castello ;

RIONE BADIA: con lo stemma un lupo, colori giallo e nero, rappresenta la zona dell’abbazia e del monastero benedettino.

Per tutta la durata della manifestazione, si può usufruire della tipica taverna con i suoi genuini piatti tipici.
Il Giostra Cavalleresca si disputa la prima domenica di settembre e la festa inizia 10 giorni prima con la consegna delle chiavi da parte del Sindaco al Priore della Città e la santa messa.
Nelle tre serate successive si svolgono le rievocazioni storiche di ogni rione lungo la via principale del paese, che per l’occasione verrà chiusa al traffico per permetterne la realizzazione.
Queste rievocazioni storiche riprendono temi prettamente medioevali, e inerenti alle nostre zone.
Un grande spettacolo fatto di scenografie recitate, giochi di fuochi , cavalli, tamburini, nobili, armati e popolani, e tanto altro che ci riporta indietro nel tempo.
Ogni anno ciascun rione propone un tema diverso, con personaggi diversi e ambientazioni diverse.
Nelle serate successive i tre rioni si sfidano in giochi popolari e alla fiaccolata , corsa nelle vie principali del paese.
Ad allietare le serate anche dimostrazione dei tamburini dei tre rioni e spettacoli medioevali, e il sabato sera c’è l’investitura del cavaliere e il giuramento di fedelta al proprio rione.
La domenica, è il culmine della manifestazione con il pranzo conviviale di tutti i rionali e con la sfilata delle Autorita : il crocifisso accompagnato dai sacerdoti e dalla confraternita, la giunta comunale con il sindaco, il presidente dell’ente festa d autunno e la giura di giostra.
Successivamente sfilano tutti i rionali del paese e, da anno scorso ospiti rionali di altre feste limitrofe.
Dopo di che ha inizi il tanto atteso palio.
I tre rioni si contenderanno il palio dopo aver superato alcune prove di notevole difficoltà.
La prima prova , chiamata PROVA DELL’ANELLO, consiste nel prendere 3 anelli, uno piu piccolo dell’altro, nel minor tempo possibile.
La seconda prova è IL SARACINO: i tre cavalieri devono cercare di prendere il alto piu estremo di un cerchio posizionato sul braccio sinistro di un saracino.
La prima e la seconda prova vengono poi ripetute e i due che ottengono piu punti, disputano la finale.
Lo scontro finale consiste nel prendere, sempre con la lancia e con il cavallo in corsa che esce da apposite gabbie, un disco posizionato su un piedistallo.
Chi ottiene prima i due centri vince l’ambito aplio che sarà coneganto al caporione e ai rioanli che festeggeranno in piazza fino a notte tarda.

Author description

Alessandro

About the author: